Reggio Calabria: Operazione Imelda, 31 arresti

Gli uomini della Guardia di Finanza si sono mossi all’alba in Calabria, ma anche in Lombardia e in Germania, contro le cosche della ‘ndrangheta di San Luca e della piana di Gioia Tauro, le più temibili. Eseguiti 31 arresti. L’accusa è di traffico di droga dal Sud America. L’Operazione, denominata in codice “Imelda”, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, ha messo in luce un’alleanza tra le cosche Nirta-Strangio di San Luca e Ascone-Bellocco della Piana di Gioia Tauro. I finanzieri hanno individuato i canali di approvvigionamento della droga, che dal Sudamerica arrivava nei Paesi del nord dell’Europa per poi essere spacciata in Italia. Cinque persone sono state arrestate nella zona di Duisburg, in Germania, dove il giorno di Ferragosto del 2007 fu compiuta la strage in cui furono uccise sei persone, nell’ambito della faida di San Luca. Effettuati anche sequestri di armi, munizioni, 23 chili di cocaina e beni per cinque milioni di euro, tra cui immobili, fabbricati, automezzi, terreni, tre ditte individuali, conto correnti e polizze assicurative.

Potrebbero interessarti anche...