Villa San Giovanni: a 21 anni dall’omicidio ricordato giudice Scopelliti

La Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria non ha ancora deciso se riaprire le indagini sulla morte di Antonino Scopelliti, il sostituto procuratore generale della Corte di Cassazione, incorruttibile, che sarebbe stato ucciso dalla ‘ndrangheta per fare un favore agli amici di Cosa Nostra siciliana. Ma, a ventuno anni dalla sua morte, per fortuna di lui non ci si scorda. A Villa San Giovanni, in attesa della creazione di un vero “presidio della legalità”, previsto per settembre, il magistrato è stato commemorato, alla presenza anche della figlia.

Potrebbero interessarti anche...