Vibo Valentia: venditore di fiori ucciso a fucilate

Erano da poco passate le venti e Annunziato Cilurzo, 60 anni, stava rientrando a casa. Proprio sull’uscio è stato però freddato da un killer spietato. Il fatto è avvenuto alla periferia di Vibo Valentia. L’assassino pare abbia sparato un solo colpo di fucile calibro 12, colpendo mortalmente la vittima al torace. Cilurzo è deceduto quasi immediatamente. A dare l’allarme sono stati la moglie e i figli, che in quel momento si trovavano all’interno dell’abitazione. Annunziato Cilurzo era già noto alle forze dell’ordine ed era considerato dagli investigatori contiguo al clan della ‘ndrangheta dei Mancuso di Limbadi. L’uomo faceva il fioraio e aveva una bancarella lungo la Statale 18, nei pressi di un centro commerciale. Nel febbraio del 2011 il Gico della Guardia di Finanza gli aveva sequestrato beni immobili per un valore di 5 milioni di euro. Il provvedimento era scaturito a seguito dell’operazione “Odissea”, nella quale Cilurzo era stato coinvolto e che, nel 2006, aveva consentito l’arresto di decine di persone, presunte affiliate alla cosca Mancuso. La polizia sta adesso sentendo i parenti e gli amici della vittima, nella speranza di raccogliere particolari utili all’individuazione dell’assassino. Si stanno anche cercando eventuali testimoni, visto che la zona è abbastanza trafficata.

Potrebbero interessarti anche...