Vibo Valentia: un’autobotte truccata per truffare benzinai

Sembrava una semplice autobotte per il trasporto di prodotti petroliferi. Ma all’interno delle cisterne nascondeva un ingegnoso meccanismo pneumatico che alterava il funzionamento dei contatori volumetrici, facendo risultare come erogata una quantità di carburante superiore a quella reale. Ingannando gli ignari gestori dei distributori stradali, che ricevevano una quantità di prodotto inferiore a quella dovuta e che, di conseguenza, pagavano somme più alte. La parte di carburante che non era stata erogata veniva riversata in due serbatoi realizzati all’interno della stessa autocisterna. Nel corso di alcuni controlli, però, i finanzieri della Compagnia di Vibo Valentia hanno ispezionato l’interno dell’autobotte, notando i due strani serbatoi. Sono quindi scattati il sequestro della cisterna e della motrice, oltre che la denuncia del titolare della società per alterazione di congegni, impronte e contrassegni, frode nell’esercizio del commercio e violazione di sigilli.

Potrebbero interessarti anche...