Vibo Valentia: Regione, firmate convenzioni per lavoratori in mobilità


L’idea è il classico uovo di Colombo: utilizzare i lavoratori cassintegrati o in mobilità per dare supporto agli enti pubblici. E così la Regione Calabria, partendo da Vibo Valentia, ha deciso di impiegare i primi trenta lavoratori, firmando delle convenzioni con ventidue diversi enti, tra cui Comuni, tribunali, l’Unione sindacale territoriale Cisl, il Parco naturale regionale delle Serre, la Croce Rossa e un Liceo. E ci sono anche due uffici privati. Sottolineamo che nella provincia di Vibo le richieste da parte degli enti che hanno chiesto di utilizzare i lavoratori percettori di ammortizzatori sociali sono state superiori al numero effettivo delle unità lavorative disponibili.

Potrebbero interessarti anche...