Vibo Valentia: ‘ndrangheta, usura ed estorsioni, due arresti

I carabinieri di Vibo Valentia hanno arrestato due persone ritenute contigue alla cosca Lo Bianco-Barba di Vibo Valentia, costola del più potente clan dei Mancuso di Limbadi. Si tratta di Bruno Domenico Moscato, 56 anni, e Gaetano Antonio Cannatà, 41 anni. Gli arresti rappresentano uno sviluppo delle operazioni portate a termine il 25 novembre ed il 13 dicembre 2014, denominate Insomnia e Insomnia 2, che avevano consentito di far luce su un vasto giro di usura ed estorsioni compiute nelle province di Vibo Valentia e Reggio Calabria. Nel corso delle indagini sono stati trovati “pizzini” contenenti formule di riti di affiliazione alla ‘ndrangheta e di “benedizione” di locali in cui si svolgevano le “cerimonie”.

Potrebbero interessarti anche...