Vibo Valentia: giovane muore in spiaggia, gente indifferente

Lui aveva solo 19 anni. Era un giovane marocchino. E’ morto in mare, mentre stava nuotando al largo, a Vibo Valentia. Lavorava in un ristorante e si era concesso una piccola pausa. Ma, purtroppo per lui, pare avesse mangiato da poco. E per questo che avrebbe avuto un malore. Ed è annegato. I soccorsi sono arrivati subito, ma era già tutto inutile. Ma la tragedia non finisce qui. Perchè dopo quella del marocchino, dobbiamo raccontare di un’altra morte: quella della coscienza civica della gente che era sulla spiaggia. Che ha reagito come se nulla fosse accaduto. Lo hanno raccontato gli esponenti delle forze dell’ordine. Secondo quanto riferito, c’è stato chi ha continuato a giocare al pallone, chi prendeva la sua tintarella e non si è affatto distratto dalla sua occupazione. E i bimbi hanno continuato a giocare con la sabbia. E loro, almeno, vogliamo credere che siano gli unici che non hanno ben capito cos’era accaduto. Pare che siano state le forze dell’ordine, alla fine, ad invitare i bagnanti a tenere un comportamento più sobrio. Insomma, il cinismo pervade ormai la nostra vita. E non ci turba più neanche il vedere, a poca distanza da noi, un triste e bianco lenzuolo che copre un cadavere. Quello di un ragazzo che voleva nuotare, felice. E che ha invece trovato la morte.

Potrebbero interessarti anche...