Vibo Valentia: Comune, il Tar rigetta il ricorso, è dissesto


Il Tar ha rigettato il ricorso proposto dal Comune di Vibo Valentia contro il provvedimento con cui la Prefettura aveva diffidato l’amministrazione comunale a dichiarare il dissesto finanziario. Provvedimento resosi necessario dopo i rilievi della Corte dei Conti, anche se il Comune era riuscito ad ottenere dal Tar una sospensiva alla diffida prefettizia. Il 16 giugno il Consiglio comunale aveva approvato un nuovo piano di riequilibrio finanziario. Adesso però il Tar ha respinto il ricorso del Comune. Il Consiglio comunale di Vibo Valentia è pertanto obbligato a dichiarare ufficialmente lo stato di dissesto finanziario. Dopo tale dichiarazione, il Ministero dell’Interno dovrà nominare un commissario straordinario con il compito di risanare le casse del Comune, gravate da un buco di almeno 22 milioni di euro. In caso di mancata dichiarazione del dissesto finanziario da parte del Consiglio comunale, la legge prevede l’immediato scioglimento degli organi elettivi. Il sindaco è amareggiato e ritiene che con l’arrivo dell’attesa anticipazione di cassa tutto poteva risolversi.

Potrebbero interessarti anche...