Vibo Valentia: chiusura Italcementi, gli operai sono sul silos


E’ alto novanta metri. A vederlo da sotto, fa davvero paura. E’ uno dei silos della fabbrica della Italcementi, alla marina di Vibo valentia. Un tempo era fortunato, chi lavorava qui. Adesso che la fabbrica chiude, i lavoratori sono solo disperati. Alcuni di loro hanno già passato una notte in cima al silos. E non vogliono scendere. Hanno detto che resteranno qui finchè qualcuno non risolverà il loro problema. Sono padri di famiglia, gente onesta che non sa fare altro che questo lavoro. Il cementificio ormai è fermo da un anno. Gli 80 dipendenti sono in cassa integrazione. Altro da fare, in questa terra disgraziata, non c’è. Quindici di loro andranno a lavorare a Bergamo, in un’altra fabbrica Italcementi. A 1200 km, lontano dai cari e con lo stesso stipendio. Non sembra proprio granchè, ma si deve sopravvivere. E chi va a Bergamo è un fortunato. Gli altri sono ormai sfiduciati verso tutti e tutto.

Potrebbero interessarti anche...