Vibo Valentia: capotreno aggredito e punto con una siringa

Un capotreno è stato aggredito da due “punkabbestia” spagnoli, che viaggiavano senza biglietto e con un cane di grossa taglia. Il capotreno del convoglio Cosenza-Melito Porto Salvo, quando i due non hanno esibito il tagliando, li ha invitati a scendere alla stazione di Vibo-Pizzo. Prima di farlo, però, i due lo hanno insultato e poi lo hanno punto con una siringa, cercando poi di fuggire. Ma sono stati bloccati dai carabinieri. Uno dei due, per evitare di essere fermato, si è messo sui binari, bloccando, per alcuni minuti, la circolazione ferroviaria. I carabinieri sono riusciti comunque ad immobilizzarlo e a portarlo in caserma insieme all’amico. Si tratta di José Manuel Mendez Combarro, 40 anni, e Luis Garia, 42 anni, senza fissa dimora. Uno dei due, nel corso della colluttazione con i militari, ha estratto anche un coltello a serramanico, ma è stato disarmato. Gli spagnoli hanno anche danneggiato le auto dei carabinieri. Sono stati arrestati per lesioni personali aggravate, porto d’arma, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. Il capotreno, dopo aver ripreso il viaggio, una volta giunto alla stazione successiva, si è fatto medicare dai sanitari del 118, che poi l’hanno portato nell’ospedale di Polistena per gli accertamenti del caso.

Potrebbero interessarti anche...