Vibo Valentia: bancarotta fraudolenta, sequestrati beni per 3 milioni

Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Vibo Valentia ha eseguito un sequestro di beni mobili ed immobili a carico di due imprenditori, soci di una ditta che opera nel settore edile. Circa 3 milioni di euro il valore dei beni sequestrati, consistenti nell’azienda, immobili, autovetture e conti correnti. I reati ipotizzati sono di bancarotta fraudolenta, occultamento di scritture contabili e omessa dichiarazione fiscale. I finanzieri hanno controllato un arco temporale che va dal 2010 al 2012, rilevando molte anomalie nella gestione dell’azienda sequestrata. In sostanza, l’azienda, che non pagava le tasse, era stata fatta fallire. Poi ne era stata fatta nascere un’altra, libera dal peso fiscale della precedente. Ma la Guardia di Finanza ha scoperto il gioco, che purtroppo sta diventando fin troppo diffuso. Per questo l’operazione è stata denominata “Tale e quale”.

Potrebbero interessarti anche...