Vibo Valentia: bancarotta fraudolenta, arrestate 4 persone

Tre imprenditori di Vibo Valentia, i fratelli Ivano, Emiliana e Giuseppe Ceravolo, ed un commercialista, Sergio Scalise, di Lamezia Terme, sono stati arrestati per bancarotta fraudolenta dalla Guardia di Finanza, che ha sequestrato due società di distribuzione di prodotti ittici surgelati, per un valore di un milione di euro. Secondo l’accusa, gli imprenditori avrebbero distratto i beni di una società fallita per creare le due nuove società. In pratica, continuavano ad operare nello stesso settore e con la stessa struttura aziendale della società fallita che, solo sulla carta, era stata trasferita a due persone residenti in Piemonte, ma che di fatto continuava ad operare nel vibonese, a Maierato, con un’altra ragione sociale. Uno stratagemma che, secondo l’accusa, era finalizzato a sottrarre disponibilità finanziarie al concordato fallimentare.

Potrebbero interessarti anche...