Vibo Valentia: ammanco alla Provincia, fermati dirigente e il marito

Si sarebbe appropriata di almeno un milione e trecentomila euro, l’ormai ex dirigente della Provincia di Vibo Valentia, Maria Rita Currò. Il denaro sarebbe transitato poi sui conti correnti del marito, Baldassarre Bruzzano, e di alcuni parenti. E per questo la Guardia di Finanza ha fermato entrambi i coniugi e ha denunciato due nipoti della coppia. Le indagini, che proseguono con controlli all’interno degli uffici dell’Amministrazione provinciale, sono iniziate il 13 settembre scorso, dopo la scoperta di un ammanco dei fondi che dovevano servire ad alleviare i disagi degli alluvionati. Maria Rita Currò, secondo l’accusa, nel periodo compreso tra l’agosto del 2009 e il novembre del 2011, avrebbe emesso numerosi mandati di pagamento per false prestazioni di servizi a nome dei congiunti. Adesso bisognerà capire se e chi sapesse, all’interno degli uffici, di queste operazioni che difficilmente potevano passare inosservate.

Potrebbero interessarti anche...