Varapodio: agguato mortale a due fratelli

Uno è morto subito. L’altro, che era rimasto ferito gravemente, è morto dopo qualche ora. E’ la sorte toccata a due fratelli di Varapodio, un piccolo centro alle pendici dell’Aspromonte. E’ qui, in una zona di campagna, che è avvenuto, alle prime luci dell’alba, l’agguato ordito contro i due fratelli, che stavano recandosi nei campi a bordo di un trattore. A perire immediatamente è stato Francesco Donato, un giovane di soli 18 anni, ma già pregiudicato. Era con il fratello Carmelo, 26 anni, anche lui già noto alle forze dell’ordine. Ferito gravemente e ricoverato d’urgenza all’ospedale di Polistena, anche lui è però deceduto poco dopo. Dalle prime risultanze investigative, i killer, che sarebbero due, hanno fatto fuoco ripetutamente con un fucile calibro 12. Il fatto è avvenuto in contrada “Due Querce”, a poca distanza dal centro del reggino. Nel 2000 fu assassinato il padre dei due fratelli, Saverio Donato, legato alla cosca Barca. Per quell’omicidio furono indagati due giovani: Antonio Mammoliti, appartenente alla nota famiglia di ‘ndrangheta, e Michele Alessi. Per l’omicidio dei due fratelli i carabinieri stanno seguendo la pista della vendetta, probabilmente maturata negli ambienti della criminalità organizzata. Al momento però non si esclude nessuna altra ipotesi.

Potrebbero interessarti anche...