Vallefiorita: ‘ndrangheta, faida dei boschi, uccisi marito e moglie

Marito e moglie sono stati uccisi, ieri sera, a Vallefiorita, in provincia di Catanzaro. Le vittime sono Giuseppe Bruno, 39 anni, e Caterina Raimondi, 29 anni. I due sono stati freddati davanti alla loro abitazione, raggiunti da una trentina di colpi di kalashnikov. Il killer li ha sorpresi mentre stavano per salire sulla loro auto e poi ha abbandonato l’arma vicino ai cadaveri. Bruno e’ stato raggiunto al torace, mentre la moglie e’ stata colpita al volto ed i proiettili l’hanno completamente sfigurata. Giuseppe Bruno era il fratello di Gianni, ucciso anch’egli in un agguato nel 2010. Il duplice omicidio sarebbe legato alla faida del Soveratese, che negli ultimi anni ha seminato diversi morti ammazzati, mentre nell’ultimo periodo sembrava chiusa, dopo diverse operazioni dei carabinieri. Bruno, che era noto alle forze dell’ordine, era proprietario di un’agenzia di viaggi e gestiva un bar. Caterina Raimondi gestiva un negozio per la vendita di detersivi. La coppia era sposata da diversi anni e non aveva figli. Secondo la Dda di Catanzaro, l’obiettivo del duplice omicidio era Bruno, mentre la moglie e’ stata uccisa solo perche’ era presente sul luogo del delitto nel momento sbagliato.

Potrebbero interessarti anche...