Tropea: taroccavano i contatori dell’Enel, sei arresti


Sei persone sono state arrestate dai carabinieri, a Tropea, per furto di energia elettrica. Le sei persone arrestate, attraverso l’apposizione di diffusori magnetici in prossimità dei contatori, avrebbero alterato la misurazione del consumo di energia elettrica, provocando un danno alla societa’ variabile dal 47% al 95% rispetto a quanto realmente consumato. Il personale dell’Enel ed i carabinieri hanno controllato oltre 60 attivita’ commerciali, tra cui macellerie, bar e alimentari. Dai controlli sono stati individuati quattro esercizi commerciali dove veniva utilizzato il magnete. In un caso, la calamita, di elevatissima potenza, era stata nascosta in un profumatore per l’ambiente. Nel corso dell’operazione sono stati inoltre arrestati due fratelli, che avevano realizzato illecitamente allacci dalla propria attività commerciale alla rete elettrica pubblica.

Potrebbero interessarti anche...