Trebisacce: la tradizionale Festa del Biondo Tardivo


Profumo intenso e seducente, abbondante succo dal sapore sapido, colore vivo e brillante: sono queste le peculiarità del famoso “Biondo Tardivo”, l’arancia tardiva autoctona coltivata negli aranceti, le cosiddette vigne, di Trebisacce. L’amministrazione comunale, per promuovere ed esaltare questo delizioso frutto, per il terzo anno consecutivo ha organizzato la “Festa del Biondo Tardivo”. E’ l’occasione per evidenziare le eccellenze e le bellezze della cittadina dell’alto jonio. La giornata di festa ha compreso un lungo tour alla scoperta del centro storico, culminato nella visita al Museo dell’Olio, dove sono conservati centinaia di manufatti della tradizione contadina. La festa del Biondo tardivo è stata anche l’occasione per visitare l’area archeologica di Trebisacce, che si trova sulla collina di Broglio. Gli scavi hanno riportato alla luce le vestigia di un villaggio protostorico di straordinaria rilevanza. La festa è poi entrata nel vivo verso sera, con degustazioni di specialità a base di Biondo Tardivo e piatti della tradizione, musica e tanto divertimento.

Potrebbero interessarti anche...