Torino: ha bruciato viva la sua fidanzatina, ha tentato il suicidio


Nel maggio scorso ha bruciato viva, dopo averla accoltellata, la fidanzatina, Fabiana Luzzi, di appena sedici anni. Il fatto avvenne a Corigliano Calabro. Davide M., 18 anni compiuti da poco, ha tentato di impiccarsi nel carcere minorile di Torino, dove è rinchiuso. A salvarlo sono stati gli agenti della polizia penitenziaria. Trasportato in ospedale, non è in pericolo di vita. Il processo, con rito abbreviato, per la morte della giovane, inizierà il 25 febbraio. Nel corso dell’incidente probatorio, che si è svolto nei mesi scorsi, i difensori del ragazzo hanno sollevato la questione dell’incapacità di intendere e volere del diciottenne.

Potrebbero interessarti anche...