Soverato: ritrovata la barca dei 3 pescatori dispersi


E’ stata recuperata al largo di Sellia Marina, nel catanzarese, l’imbarcazione in vetroresina di quattro metri sulla quale si trovavano le tre persone scomparse, il 28 luglio scorso, mentre effettuavano una battuta di pesca. La barca, che era adagiata su un fondale di circa 150 metri, si è incagliata nella rete di un peschereccio che stava praticando la pesca a strascico. E’ stata portata presso la sede dell’Ufficio circondariale marittimo di Soverato per gli accertamenti di legge. Le tre persone scomparse erano dei pescatori dilettanti. Si tratta di Angelo Tavano, di 72 anni, Francesco Rania, di 69 anni, e Giuseppe Parrò, di 52 anni, tutti di Catanzaro. I tre erano usciti in mare per pescare nella zona compresa tra Simeri Crichi e Sellia Marina. Ma di loro si era persa ogni traccia. L’ipotesi che viene fatta dagli investigatori, a questo punto, è che i tre pescatori dilettanti siano annegati, dopo che la loro barca, per motivi in corso d’accertamento, è affondata. Le ricerche dei tre pescatori continuano, ma le speranze di ritrovarne i corpi, però, a questo punto, sembrano essere molto poche.

Potrebbero interessarti anche...