Soriano Calabro: ‘ndrangheta, agguato fallito a figlio boss ucciso

Agguato fallito, a Soriano Calabro, contro un giovane di 20 anni, Valerio Loielo, figlio del boss di ‘ndrangheta Giuseppe, ucciso insieme al fratello Vincenzo nel 2002. Valerio Loielo, rimasto ferito, nel momento dell’agguato era in auto insieme alla madre ed alla sorella, rimaste illese. Loielo è stato invece investito dalle schegge del parabrezza, andato in frantumi, che lo hanno ferito ad un braccio ed all’addome. La prognosi per lui è di venti giorni. Le persone che hanno compiuto l’agguato, armate di fucile, erano appostate dietro una siepe e sono entrate in azione nel momento del passaggio dell’automobile a bordo del quale si trovavano Loielo ed i suoi congiunti, lungo la strada che da Vibo Valentia conduce a Soriano Calabro.

Potrebbero interessarti anche...