Sorbo San Basile: agguato, ucciso un noto imprenditore boschivo


Non si esclude nessuna pista, da parte degli investigatori, per l’omicidio di Tommaso Guzzetti, 54 anni, l’imprenditore boschivo freddato ieri pomeriggio in una zona montana del comune di Sorbo San Basile, nel catanzarese. L’uomo, che non risulta legato ad organizzazioni criminali, si trovava come ogni giorno nei pressi del suo cantiere di lavoro, ed era a bordo del suo fuoristrada quando i sicari, almeno due, lo hanno avvicinato sparandogli diversi colpi di pistola e di fucile caricato a pallettoni. Guzzetti, che non ha avuto scampo, è stato colpito alla testa e alle spalle. La morte è stata quasi istantanea. L’omicidio, che è stato consumato in una zona isolata, nei pressi della strada statale che da Catanzaro conduce al Lago del Passante e ai villaggi Mancuso e Racise, nella Sila catanzarese, non avrebbe avuto testimoni. A dare l’allarme è stata una telefonata giunta al 112 dei carabinieri, che si sono immediatamente recati sul posto. Dalla postazione di emergenza territoriale del 118 di Taverna è partita un’ambulanza, ma gli operatori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo. Guzzetti era titolare di un’impresa boschiva, a Sersale, dove risiedeva, di un’agenzia di viaggi e di un’azienda di autolinee e noleggio bus.

Potrebbero interessarti anche...