Sila: nuova linfa per le infrastrutture

Un investimento da 23 milioni di euro, provenienti dai Piani Integrati di Sviluppo Locale, per il rilancio degli impianti sciistici dell’altopiano silano. Al momento è un sogno, ma è quanto prevede un progetto che l’Arssa presenterà tra poco alla Regione Calabria. Il progetto prevede di dare nuova linfa a tutte le strutture della nota e vasta area dell’altopiano. Si parla dell’ammodernamento della funivia di Lorica, del completamento dell’ovovia di Camigliatello e anche di ventiquattro nuovi chilometri di piste per collegare le due rinomate località silane. Un rilancio in questo senso sarebbe un motivo in più perchè gli impianti di risalita rimangano sotto il controllo dell’Arssa-Esac Impresa, invece di essere ceduti ai privati, come da più parti si prospetta. Tra l’altro questo risulta essere l’unico settore produttivo dell’Agenzia, che è in liquidazione da ormai quattro anni e che per questo fa registrare le proteste delle centinaia di dipendenti. Gli impianti di risalita della Sila rappresentano una ricchezza per tutto il territorio calabrese e sono il vero motore del turismo invernale.

Potrebbero interessarti anche...