Sila: la XXV edizione della Salita della Sila

Dopo il primo posto del 2006 e il terzo della scorsa stagione, è il ventottenne agrigentino Luigi Bruccoleri, a bordo di una Osella della Concordia Motorsport, il vincitore della venticinquesima “Salita della Sila”, valida per il Campionato Italiano Velocità Montagna. Il pilota siciliano è giunto al traguardo col tempo record di 5 primi 03 e 98, davanti al fasanese Francesco Leogrande. Un altro siciliano, Samuele Cassibba, sul terzo gradino del podio. Quarto posto a Giuseppe Spoto, quinto ad Omar Magliona. Sesto tempo assoluto per il reggino Antonino Iaria, settimo il cosentino Dario Gentile e ottavo “l’avvocato volante” Franz Caruso. Nono tempo assoluto per Emilio Scola, decimo Fulvio Giuliani. Solo undicesimo il campione in carica Antonio Ritacca. Costretto al ritiro per un incidente il castrovillarese Rosario Iaquinta, così come Domenico Scola. La gara è stata dedicata alla memoria del presidente dell’Aci di Cosenza, Corradino Aquino, scomparso proprio nella notte delle verifiche. Grandissima l’affluenza di pubblico, per quella che è stata una vera e propria festa dello sport. Vissuta anche alla vecchia maniera, come una scampagnata d’altri tempi. Appassionati e curiosi si sono sistemati in ogni luogo, a volte anche improbabile, per seguire i passaggi delle auto. Ma anche e soprattutto per fare di una domenica di sport un momento di convivialità in cui consumare le pietanze tipiche, preparate dalle esperte mani delle donne di famiglia. Perchè no? Lo sport deve essere anche questo.

Potrebbero interessarti anche...