Siderno: arrestato un giovane rapinatore seriale, emulo di “Dandi”


I carabinieri di Siderno hanno arrestato un giovane di soli 19 anni, Andrea Giuseppe Papalia, accusato di aver commesso due rapine a mano armata, ai danni di una tabaccheria e di un supermercato, il 9 febbraio e il 30 marzo del 2015. L’operazione che ha portato al suo arresto, denominata “Dandi”, dal nome del protagonista di “Romanzo Criminale”, di cui il Papalia aveva diverse foto sul proprio telefono cellulare, scaturisce da una lunga serie di indagini svolte dai carabinieri. Gli eventi criminosi addebitati al giovane, all’epoca, avevano ingenerato un vero e proprio clima di paura nella cittadinanza, allarmata dalla sfrontatezza del rapinatore. I militari lo avevano già fermato, probabilmente evitando che compiesse l’ennesima rapina. Infatti, nel maggio del 2015, il giovane era stato notato nei pressi di un esercizio commerciale. Perquisito, si era scoperto che aveva degli abiti occultati sotto quelli che indossava. Inoltre era in possesso di un passamontagna, di una pistola scacciacani priva del tappo rosso e di una busta di plastica bianca, solitamente utilizzata nelle rapine. I carabinieri individuarono anche la “base operativa” del giovane: l’abitazione di un anziano familiare. Adesso, grazie all’analisi delle riprese dei sistemi di videosorveglianza, il giovane, emulo del “Dandi” di Romanzo Criminale, è stato incastrato definitivamente.

Potrebbero interessarti anche...