Sibari: allagamento scavi archeologici, situazione confusa


Nel gennaio scorso l’esondazione del fiume Crati sommerse gli scavi di Sibari. Si lavorò tanto per ripulirli. Ancora oggi c’è molto da fare per salvare un vero patrimonio dell’umanità: l’antica città greca e anche le rovine romane. Spesi 300.000 euro. Adesso arriva la notizia che sarebbero stati stanziati 500.000 euro. Ma non si capisce se la cifra comprenda i soldi già utilizzati. Ci sarebbero anche ingenti risorse messe a disposizione dalla Comunità Europea per questo tipo di siti. Ma dei progetti presentati non si sa nulla. E si rischia di perdere i fondi. Intanto i turisti in giro tra gli scavi sono pochi. E sono accompagnati da volenterosi dipendenti del museo. Perchè, incredibilmente, la figura della guida, qui, non è contemplata. E se diciamo ai turisti che probabilmente si stanno perdendo i fondi europei a disposizione, la risposta è…

Potrebbero interessarti anche...