Pedace: lite per un terreno finisce nel sangue, ucciso un uomo

Un uomo di 66 anni, Francesco Palazzo, e’ stato ucciso, in una zona di campagna di Pedace, nella presila cosentina, a colpi di pistola. Ferito, ad una gamba, anche il genero della vittima, che e’ stato portato nell’ospedale di Cosenza e non sarebbe in pericolo di vita. Il fatto si sarebbe originato da una lite, per un contenzioso sulla proprieta’ di un terreno e il suo utilizzo come pascolo. I carabinieri hanno individuato e fermato, per omicidio e porto abusivo di armi, il responsabile dell’omicidio e del ferimento. Si tratta di un cinquantunenne, Leo Franco Chimenti, un pastore di Serra Pedace gia’ noto alle forze dell’ordine. E’ stato portato in ospedale, avendo delle fratture alla testa, probabilmente provocate da un corpo contundente. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’omicida avrebbe portato il suo gregge al pascolo, invadendo il terreno di proprieta’ di Palazzo. Circostanza che si sarebbe verificata più volte in passato. Palazzo, insieme al figlio ed al genero, lo ha raggiunto in contrada Pratopiano di Pedace, per l’ennesimo chiarimento. Ne e’ nata pero’ una lite, nel corso della quale il pastore ha estratto una pistola calibro 7,65 con la matricola abrasa, recuperata dagli investigatori, ed ha fatto fuoco due volte, uccidendo Palazzo e ferendo in modo lieve ad una gamba il genero. Poi e’ scappato, nascondendosi in un casolare abbandonato. Ma in serata si e’ costituito ai carabinieri.

Potrebbero interessarti anche...