Seminara: ‘ndrangheta, arrestato latitante Antonio Pelle


I carabinieri hanno arrestato, all’alba, a Seminara, Antonio Pelle, 28 anni, di Benestare, inserito nel programma dei cento latitanti più pericolosi e destinatario di un mandato di cattura in ambito europeo. L’uomo ha tentato di sfuggire alla cattura nascondendosi sul tetto dell’abitazione all’interno della quale si era rifugiato, ma è stato individuato. Pelle, che non era armato e non ha opposto resistenza, si trovava in un’abitazione di contrada Sant’Anna di proprietà di Antonio Penna, 48 anni, noto alle forze dell’ordine per piccoli precedenti e che è stato arrestato per favoreggiamento. Penna, in casa assieme alle sue due figlie, non risulterebbe legato alla criminalità organizzata. Pelle è considerato un elemento di spicco della cosca di ‘ndrangheta dei Vottari, alias “Frunzu”, e dei Giorgi alias “Suppera”, attiva nella locride tra San Luca, Benestare e Bovalino e con ramificazioni in tutta la provincia di Reggio Calabria e in altre province italiane. Il latitante, bloccato dai militari del Comando provinciale di Reggio Calabria e da quelli dello Squadrone eliportato cacciatori, era irreperibile dal 2012 ed era ricercato per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, associazione a delinquere di tipo mafioso e concorso in detenzione di sostanze stupefacenti.

Potrebbero interessarti anche...