Cosenza: 174 indagati per illecita percezione di assegni sociali


Percepivano gli assegni sociali dell’Inps, ma in realtà erano solo fittiziamente residenti in Calabria. Abitavano invece in Argentina, Brasile, Uruguay, Stati Uniti e Francia. Adesso sono indagati in 174 per truffa. Il danno arrecato all’Inps sarebbe di almeno 5 milioni di euro. E l’Operazione Migrantes, come è stata denominata quella condotta dalla Guardia di Finanza di Scalea, ha fatto risparmiare all’ente previdenziale almeno un altro paio di milioni nell’immediato. Le fiamme gialle hanno scoperto che molti emigrati del tirreno cosentino avevano fatto ritorno, ma solo sulla carta, nei loro paesini d’origine, richiedendo la residenza e anche un “aiuto” economico all’Inps. Ma in realtà restavano in Italia solo il tempo necessario per espletare le pratiche, accendere un conto corrente e prendere i soldi. Poi tornavano, ogni anno, solo per prelevare. I furbi falsi residenti si sono traditi in modo banale: non avevano mai fatto richiesta del medico di base. La Guardia di Finanza ha proceduto a consistenti sequestri preventivi. L’inchiesta continua e sarà adesso estesa a tutta l’Italia.

Potrebbero interessarti anche...