Cosenza: droga, maxi operazione dei Carabinieri


Sono state tutte eseguite le 35 ordinanze di custodia cautelare, di cui 21 in carcere, disposte dalla Procura di Paola contro una presunta organizzazione, che comprendeva anche 4 donne, dedita al traffico di stupefacenti e legata ad alcuni tra i più potenti clan camorristici del napoletano, come quello dei Mazzarella, dei Mariano o dei Vollaro. Era la camorra a foraggiare di stupefacenti il gruppo criminale, che poi lo smerciava nell’area dell’alto Tirreno cosentino. Durante l’operazione sono state anche sequestrate delle armi. Le indagini, durate tre anni, hanno portato a perquisizioni e arresti eseguiti anche a Prato, Siena, Chieti, Napoli, Salerno, Potenza, Palermo ed Enna. Circa 400 i militari impiegati in quella che è stata definita “Operazione Isola di Dino”, dal nome dell’isolotto posto di fronte alla cittadina calabrese di Praia a Mare. Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, detenzione illegale di armi e munizioni e anche favoreggiamento nei confronti di latitanti. Sottolineato in conferenza stampa il ruolo di cuscinetto tra ‘ndrangheta e camorra operato dalla criminalità dell’alto tirreno cosentino.

Potrebbero interessarti anche...