Cosenza: furto e riciclaggio di titoli bancari, 12 arresti

Sono finiti in manette in 12. Ma ci sono altri nove indagati, le cui abitazioni sono state a lungo perquisite. Avrebbero realizzato una vera e propria organizzazione, finalizzata al furto, riciclaggio e ricettazione di assegni, in gran parte provenienti da compagnie assicurative, istituti di previdenza e casse di ordini professionali, per lo più dell’area del napoletano. Le investigazioni, disposte dalla Procura di Paola, avviate nel settembre del 2010, sono partite dopo singole denunce. Poi si è capito che c’era un filo comune e si è accertato come accadesse spesso che assegni per indennizzi e rimborsi assicurativi venivano rubati, contraffatti e riciclati, all’insaputa di centinaia di ignare vittime. Un numero così elevato di vittime, in più parti d’Italia, che ancora non è stato possibile quantificare con sicurezza. Gli assegni venivano rubati subito dopo l’emissione, in modo ancora poco chiaro. Poi venivano contraffatti e riscossi, prima di qualsiasi denuncia di smarrimento. Il denaro veniva poi accreditato su conti correnti appositamente creati. Durante l’operazione sono state sequestrate somme per 600.000 euro e anche due autovetture.

Potrebbero interessarti anche...