Sant’agata d’Esaro: operazione antibracconaggio del Corpo Forestale

Agenti del Corpo Forestale dello Stato hanno eseguito, in diversi comuni della valle dell’Esaro e del Parco Nazionale del Pollino, un’operazione volta al sequestro preventivo di armi, munizioni e apparecchi radio contro alcune persone accusate di bracconaggio, esercitato all’interno delle aree protette. L’operazione, denominata “Montea”, dalla zona in cui si e’ prevalentemente svolta, ha interessato i territori dei comuni di Sant’agata d’Esaro, San Sosti, Roggiano Gravina e Fagnano Castello. Cinquanta gli uomini impiegati, con il supporto di un elicottero. Gli agenti hanno ripreso con telecamere diversi bracconieri, per poi identificarli e denunciarli. Durante l’operazione sono stati sequestrati 35 fucili, 7 radio ricetrasmittenti e 1500 proiettili.

Potrebbero interessarti anche...