San Pietro in Guarano: estate di spettacoli anche in tempo di crisi

La voglia di divertirsi c’è. Ma non ci sono abbastanza risorse economiche. E allora ci si mette assieme, amministrazione comunale, associazioni e privati. E si organizzano i diversi appuntamenti, che tra l’altro sono ormai diventati tradizionali, per accogliere turisti e villeggianti, e anche i tanti emigrati che ritornano d’estate. Senza però spendere troppo, e anzi incentivando l’economia locale. E’ accaduto nelle scorse settimane a San Pietro in Guarano. E, anche se mancano i nomi altisonanti, di quelli che fanno saltare il botteghino, lo spettacolo è comunque sempre assicurato e la gente apprezza, tra degustazioni di prodotti tipici, i piatti della tradizione popolare e il vino del luogo. La musica è affidata alle glorie locali, con le canzoni dei “Ni chiamanu i briganti” o del simpatico evergreen Tony Aiello. Il buon umore arriva anche dai cabarettisti locali. E per chi ha voluto ascoltare e lasciarsi coinvolgere da suoni un po’ più raffinati, seppure figli della nostra terra, come non citare la grande performance dei Sabatum Quartet, ormai noti in tutto il mondo e che ripropongono i suoni tradizionali del Savuto in chiave pop e rock? Insomma: l’estate è il momento dello svago e del divertimento. Ed è anche il momento in cui mettere in campo l’ingegno e la fantasia. Se poi c’è la voglia di stare insieme, la festa è sempre assicurata.

Potrebbero interessarti anche...