San Nicola dell’Alto: aggrediti operatori centro accoglienza immigrati

Quattro nigeriani hanno aggredito cinque operatori del centro di accoglienza “12 stelle” di San Nicola dell’Alto. Tra questi, il presidente della cooperativa Agape, che gestisce la struttura, Francesco Vizza, ed il vice sindaco e responsabile del centro Tiziana Francesca Basta. Una donna, tra l’altro, ha spruzzato dell’alcol sul vice sindaco tentando di darle fuoco. All’origine del gesto degli ospiti del centro ci sarebbe la lunghezza dalle procedure per avere i permessi di soggiorno. I carabinieri hanno poi riportato la calma. Il centro appartiene alla rete Sprar ed ospita complessivamente 22 persone di varie etnie. La rivolta è scoppiata nella tarda serata di ieri. I quattro nigeriani, che si sono lamentati per la lungaggine delle procedure per la concessione dei permessi di soggiorno da parte della commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale, ritenendo corresponsabili i gestori del centro per quella che ritengono la farraginosità delle procedure, hanno aggredito verbalmente e fisicamente i cinque operatori. A seguito dell’aggressione, uno dei soci della cooperativa Agape, e avvocato della stessa, Roberto Antonio Basile, ha riportato numerose escoriazioni al petto. Due dei quattro rivoltosi erano già stati colpiti da provvedimento di revoca della protezione internazionale per recenti comportamenti violenti.

Potrebbero interessarti anche...