San Lorenzo del Vallo: non si placa la sete di vendetta del boss


Era in macchina, per le vie del paese, a San Lorenzo del Vallo. Eppure doveva saperlo che stava rischiando la vita, visto che due mesi fa era scampato, per puro caso, alla ferocia dei killer ed era stato anche sottoposto a delle misure di sicurezza. Gaetano De Marco è stato affiancato da due sicari a bordo di una grossa moto. Non gli hanno dato scampo: diversi i colpi di pistola sparati a bruciapelo. La morte è stata istantanea. Si compie, secondo gli inquirenti, un’altra tappa della vendetta che il boss latitante Franco Presta avrebbe ordito a seguito della morte di suo figlio Domenico, 23 anni, che fu ucciso a gennaio, durante una lite scoppiata per una questione di parcheggio, da Aldo De Marco, fratello della vittima di oggi. Presta sarebbe anche il mandante, se non uno degli autori, della strage in cui furono massacrate in febbraio la moglie e la figlia di Gaetano De Marco, di 45 e 26 anni, e fu ferito suo figlio, di 24 anni. Il capofamiglia si salvò perchè quella sera dormiva in una stanza buia, ubriaco. A questo punto la caccia al latitante Franco Presta, che avrebbe sterminato un’intera famiglia, diventa ancora più pressante.

Potrebbero interessarti anche...