San Cosmo Albanese: omicidio muratore, un arresto e un fermo

Sarebbero il romeno Cristian Dulan, 30 anni, e Salvatore Buffone, 31 anni, i responsabili dell’omicidio di Carmine Avato, il muratore ucciso nella notte tra il 14 e il 15 novembre scorso a San Cosmo Albanese. Avato, sposato e padre di tre figli, fu ucciso con quattro colpi di pistola calibro 7,65. Non era vicino ad ambienti criminali. Il romeno, arrestato, sarebbe l’autore materiale del delitto, mentre l’altro giovane, fermato, cognato di Avato, sarebbe il mandante. L’omicidio, per quanto e’ stato riferito nel corso della conferenza stampa che si e’ tenuta in tarda mattinata a Corigliano Calabro, presso il comando della Compagnia dei carabinieri, sarebbe dovuto a gravi contrasti familiari, visto che la vittima stava per separarsi dalla moglie, cosa non gradita ai parenti. In casa del romeno e’ stata trovata una pistola calibro 7,65 con matricola punzonata, detenuta illegalmente, che sarebbe l’arma utilizzata per l’omicidio, e una ventina di proiettili. E il romeno, che ha anche tentato di disfarsi dell’arma, avrebbe gia’ ammesso le sue responsabilita’. I carabinieri sono arrivati al romeno grazie ad alcune intercettazioni telefoniche, che lo collegano al cognato della vittima. Le attivita’ d’indagine sono ancora in corso e non e’ escluso che possano essere coinvolte altre persone.

Potrebbero interessarti anche...