San Calogero: un omicidio eccellente


E’ stato ucciso in mezzo alla gente, nel centro di San Calogero, in provincia di Vibo Valentia. Per assassinare Vincenzo Barbieri, 54 anni, da qualche tempo residente a Bologna, si è mosso un vero e proprio commando. Da un’auto sarebbe sceso, pistola in pugno, un uomo incappucciato. Senza parlare il killer ha scaricato addosso al pregiudicato, quasi a bruciapelo, un intero caricatore di una 7,65. Intanto un’altra persona, anche questa con il volto travisato, ha iniziato a fare fuoco con un fucile calibro 12 caricato a pallettoni. Poi è arrivato anche il colpo di grazia. Una vera pioggia di piombo si è abbattuta su Vincenzo Barbieri, che non ha avuto scampo. Nella confusione che si è creata, un giovane è rimasto anche ferito di striscio a un piede. Barbieri, che era noto come “il ragioniere”, era considerato un elemento di spicco delle cosche, più volte coinvolto in inchieste sul narcotraffico e ritenuto uno dei protagonisti delle movimentazioni di cocaina tra la Calabria e il Sud America. Era tornato in libertà lo scorso 15 febbraio, dopo essere stato coinvolto nel terzo troncone dell’operazione antidroga “Decollo”, per il quale era stato arrestato il 26 gennaio scorso e poi rimesso in libertà dal Tribunale del riesame.

Potrebbero interessarti anche...