San Calogero: donna trovata morta, uccisa probabilmente per rapina


Era riversa a terra, probabilmente morta già da un paio di giorni. L’ha trovata un parente, che non riusciva a contattarla e si era preoccupato. La donna, Isabella Raso, 50 anni, abitava nel centro di San Calogero, in provincia di Vibo Valentia. Secondo i primi esami effettuati dal medico legale, sarebbe morta per soffocamento, provocato, si pensa, da un pezzo di stoffa infilatole in bocca per non farla gridare. Da qui l’ipotesi che la donna abbia forse sorpreso in casa dei ladri. E che questi, presi dal panico, abbiano tentato di immobilizzarla, iniziando a legarla. La donna sarebbe però morta subito, soffocata. E il rapinatore, o i rapinatori, allora avrebbero deciso di fuggire. Questa l’ipotesi più accreditata, visto che in casa, ad un primo controllo, non mancherebbe nulla. Isabella Raso, che non era sposata, viveva da sola, dopo la morte dei genitori, e percepiva una pensione. Adesso la Procura della Repubblica di Vibo Valentia ha disposto l’autopsia sul suo corpo. Nello stesso piccolo centro di San Calogero, solo il 13 marzo scorso fu compiuto un efferato delitto di ‘ndrangheta: a cadere sotto i colpi dei killer fu il pregiudicato Vincenzo Barbieri, di 54 anni.

Potrebbero interessarti anche...