Rossano: individuati autori dell’incendio dell’auto di un poliziotto


Un arresto e due obblighi di dimora: e’ il risultato di un’operazione della polizia, che ha fatto luce sull’incendio appiccato all’auto di un poliziotto del Commissariato di Rossano, avvenuto il 25 ottobre scorso. In manette, gia’ dal 3 novembre, per violazione di un precedente obbligo di non comunicare con estranei, essendo agli arresti domiciliari, e’ finito Domenico Accrogliano’, 21 anni, accusato anche di stalking ai danni di una ragazza minorenne. Obbligo di dimora per Gianluca Brogneri, 25 anni, e Angelo Lefosse, 42 anni. Il movente dell’incendio sarebbe da collegare al risentimento dell’Accrogliano’ nei confronti del poliziotto, che aveva condotto le indagini che avevano poi portato alla sua incriminazione per stalking. Gia’ precedentemente, lo scorso 8 ottobre, l’auto del poliziotto era stata fatta oggetto di un primo incendio, ma in quell’occasione rimase solo danneggiata. Poi, invece, l’opera fu “completata” il 25 ottobre. I tre sono stati incastrati da una serie di riprese video.

Potrebbero interessarti anche...