Rossano: Operazione Pitbull, 21 arresti per droga

La droga era nascosta in vecchi casolari e anche nelle auto. Uno degli arrestati proprio per questo aveva in macchina un Pitbull, che serviva ad allontanare i curiosi. Da questo prende il nome l’Operazione che ha portato in carcere 7 persone e altre 14 ai domiciliari. Un uomo è al momento ricercato. Il gruppo criminale operava nei comuni del basso ionio cosentino, tra Rossano, Cariati, Mandatoriccio, Mirto Crosìa, Caloveto, Campana e Longobucco. Non era direttamente legato alla ‘ndrangheta, che però certamente tollerava lo smercio di cocaina, eroina ed hashish. Le indagini hanno avuto inizio dopo l’incendio di un lido balneare. I militari, anche attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali, hanno poi individuato la rete di spacciatori, accertando oltre 200 episodi di cessione di droga e recuperando più di un chilo di hashish. All’operazione hanno partecipato oltre cento carabinieri, due elicotteri e diverse unità cinofile.

Potrebbero interessarti anche...