Roma: ‘ndrangheta, latitante venezuelano arrestato in un hotel

Era ricercato dal luglio 2011, Edmundo Josè Salazar Cermeno, venezuelano, 43 anni, vicino alla potente cosca della ‘ndrangheta degli Aquino-Coluccio. Le Fiamme Gialle hanno individuato il ricercato, noto anche come “Mundo” o “Il chimico”, sfuggito all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per traffico di sostanze stupefacenti emessa il 6 giugno del 2011 dal Tribunale Ordinario di Reggio Calabria, in un hotel di Roma, in zona Flaminia. Quando è stato bloccato, Salazar, titolare in Venezuela di una ditta che opera nel settore dell’edilizia, ha sostenuto di essere a Roma per cercare di ampliare i propri affari commerciali in Italia. Secondo gli investigatori, l’arresto del venezuelano “conferma il ruolo centrale della Capitale non solo quale luogo di ricovero di latitanti” ma anche “quale piazza privilegiata, su cui reinvestire gli enormi capitali illecitamente acquisiti, soprattutto attraverso grandi operazioni di narcotraffico internazionale”.

Potrebbero interessarti anche...