Roma: Kate Omoregbe ha ottenuto l’asilo politico


E’ finita nel modo migliore l’odissea di Kate Omoregbe, la giovane nigeriana di 34 anni che, se estradata nel suo Paese, avrebbe rischiato la lapidazione. Da ieri la donna e’ una rifugiata politica. Libera. La svolta decisiva nella vicenda che ha riguardato la donna, uscita dal carcere di Castrovillari lunedi’ scorso dopo avere finito di scontare una condanna per spaccio di droga (accusa che ha sempre respinto) e da allora nel Cie di Roma a Ponte Galeria, e’ arrivata in serata. A comunicarla i ministri degli Esteri Franco Frattini e delle Pari Opportunita’ Mara Carfagna, che hanno parlato di una decisione che e’ stata presa in tempi “velocissimi”. Kate, in questi mesi, aveva chiesto asilo politico in Italia per evitare la lapidazione nel suo Paese, in caso di rimpatrio forzato, poiche’ si era sottratta a un matrimonio combinato e alla conversione all’Islam, ma non immaginava che la decisione sarebbe arrivata cosi’ presto. Era pronta, per questo, ad andare in una struttura religiosa sino al 19 ottobre, data in cui era stata fissata l’udienza al Tribunale di Sorveglianza di Roma, che avrebbe dovuto decidere sulla sua richiesta.

Potrebbero interessarti anche...