Roma: false licenze per auto con conducente, 137 denunce

Maxioperazione della polizia di frontiera degli aeroporti di Fiumicino e Ciampino e del porto di Civitavecchia contro l’abusivismo nei noleggi di auto con conducente. Coordinata dalla Procura della Repubblica di Catanzaro, l’operazione, denominata “Licenze Sporche”, ha portato al sequestro di oltre 250 licenze rilasciate abusivamente a Cicala, un piccolo centro del Catanzarese. Centotrentasette le persone deferite all’autorità giudiziaria per reati vari, tra cui abuso d’ufficio e falso ideologico. Sotto indagine, per corruzione e falso, ci sono anche due giunte comunali, che si sono succedute tra il 2007 e il 2011 a Cicala. Sono accusate di aver intascato centinaia di migliaia di euro per il rilascio di certificazioni a persone che non ne avevano titolo. Gli accertamenti hanno appurato che le 137 persone denunciate operavano illegalmente, oltre che negli scali di Fiumicino e Ciampino e nel porto di Civitavecchia, anche negli scali di Palermo, Catania e Lamezia Terme. Le licenze rilasciate abusivamente riguardavano sia autobus che autovetture: qualcuno, anche a sua insaputa, risulta ne avesse intestate sei. Una e’ stata trovata intestata ad un cittadino cinese, che non parla italiano e che e’ ignaro anche di come muoversi sulle strade di Roma. Le notifiche dei sequestri eseguite hanno riguardato finora 13 licenze tra Fiumicino, Ciampino e Civitavecchia, 13 a Palermo, 70 a Catania, 7 a Trapani, 2 a Caltanissetta, 5 ad Enna, 25 a Catanzaro, 7 a Crotone e 2 Cosenza.

Potrebbero interessarti anche...