Roggiano Gravina: uccide donna investendola più volte, arrestato

Una donna cinquantenne, Emilia Cupone, e’ stata uccisa a Roggiano Gravina da un giovane del luogo, Gianluca Bevilacqua, 34 anni, che l’avrebbe investita più volte con la sua auto. Il giovane e’ stato poi rintracciato e fermato dai carabinieri. I militari sono stati allertati da una telefonata che segnalava la presenza del corpo di una donna sul ciglio di una strada, a Roggiano. I carabinieri sono intervenuti pensando ad un incidente, ma non hanno trovato alcun veicolo. Ipotizzando un’auto pirata, hanno cominciato a sentire alcune persone che si trovavano nella zona. I testimoni hanno riferito di aver visto la donna litigare con un uomo a bordo di un’auto. Quindi la vettura si e’ allontanata. L’auto e’ stata poi vista girare per il paese sino a quando il conducente non ha incontrato nuovamente la donna. A quel punto, secondo le testimonianze, il conducente ha investito la donna passandole poi piu’ volte sopra con l’auto. Grazie alla descrizione dell’auto ed al numero di targa, i carabinieri sono risaliti a Gianluca Bevilacqua, che e’ stato rintracciato nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Cosenza, dove ora e’ piantonato in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario pluriaggravato dai futili motivi e da crudelta’ contro la persona. Secondo quanto accertato dai carabinieri, Bevilacqua si e’ presentato poco dopo l’omicidio in ospedale, dove in passato era gia’ stato ricoverato per disturbi psichici.

Potrebbero interessarti anche...