Rende: vicenda bimbo e scuolabus, parla il sindaco


L’autista di uno scuolabus di Rende ha lasciato a terra un bimbo che, a suo dire, avrebbe fatto troppo chiasso. E in più lo avrebbe anche offeso davanti ai compagni, dicendogli che il padre non pagava neanche il servizio del trasporto scolastico. Padre che però, dipendente di una società che gestisce il depuratore dell’area urbana cosentina, non riceve lo stipendio da mesi. La vicenda è finita sulla stampa locale e il Comune ha disposto un’inchiesta interna. Il dipendente sospeso lavora per la Rende Servizi, la società municipalizzata al centro di indagini della DDA di Catanzaro perchè sarebbe controllata da persone vicine alle cosche della ‘ndrangheta. Il sindaco di Rende non esclude che il servizio di scuolabus possa essere esternalizzato. Intanto vuole incontrare il padre del bimbo.

Potrebbero interessarti anche...