Rende: vicenda bimbo e scuolabus, è pace fatta


Pace fatta tra il Comune di Rende e il padre del bimbo, di soli 10 anni, che è stato fatto scendere da uno scuolabus. Perchè, avrebbe dichiarato l’autista, faceva troppo chiasso. Il sindaco ha incontrato il genitore, che ha anche dato chiarimenti sulla vicenda. L’autista resta al momento sospeso dal servizio. Ma la pace è fatta. Adesso pare anche che l’autista non abbia fatto riferimento al mancato pagamento della retta per lo scuolabus da parte del genitore del ragazzo. Si trattava di un commento fatto in un altro giorno e in altro luogo. Il padre del bimbo non riceve lo stipendio da mesi, lavorando per la Giseco, la società, ora in liquidazione, che gestisce il depuratore consortile dell’hinterland cosentino. E il sindaco di Rende ha voluto precisare che il Comune, in questa vicenda, non si sente responsabile.

Potrebbero interessarti anche...