Rende: ricerca Demoskopika, enormi i tagli al welfare locale

Le risorse per il welfare locale diminuiscono in maniera drastica. Lo certifica uno studio di Demoskopika, “Taglia et impera – Analisi di una guerra tra poveri”, in cui si definiscono i sindaci “martiri della devolution”. La contrazione delle risorse ha colpito, in valore assoluto, principalmente i Comuni con popolazione compresa tra i 60.000 e i 250.000 abitanti. La disponibilità di risorse per il welfare diminuisce del 46,6%. E se è vero che calano anche le spese per la politica e il personale, calano però anche gli impieghi di denaro pubblico per lo sport e la cultura. Crescita rilevante, invece, per le spese legate a telefonia, energia elettrica, acqua, riscaldamento e smaltimento rifiuti. Ma crescono anche le spese legali degli enti comunali. Per le famiglie, aumenta la pressione tributaria: 274 euro in più, rispetto al 2009, per ciascun nucleo familiare. E questo ha contribuito ad una riduzione dei consumi. Cresce complessivamente anche l’area dell’impoverimento: il disagio economico ha colpito oltre 71.000 famiglie calabresi in più rispetto al 2012.

Potrebbero interessarti anche...