Rende: per pagare gli studi al figlio finisce sotto gli usurai, 2 arresti


I carabinieri hanno arrestato due cugini di 50 e 48 anni, Roberto e Francesco Citro, accusati di usura aggravata dallo stato di bisogno ed estorsione. L’indagine, condotta dai militari del Nucleo Operativo Radiomobile e della Stazione di Rende, è stata avviata lo scorso febbraio a seguito della denuncia sporta dalla vittima, un quarantanovenne cosentino che si era indebitato per poter pagare al figlio un corso di formazione professionale nel nord Italia. Purtroppo l’uomo, non riuscendo ad affrontare le spese per il mantenimento della famiglia, si è rivolto a dei conoscenti che si sono offerti di prestargli la somma di 3.500 euro, pattuendo l’incredibile tasso usurario di 500 euro al mese. E questo ha peggiorato la già grave situazione economica della vittima, alla quale è stata anche portata via l’auto come garanzia per il saldo del debito. Disperato, la vittima ha infine trovato la forza di rivolgersi ai carabinieri, presentando anche la registrazione di un incontro con i suoi aguzzini, alla quale poi i militari hanno aggiunto diverse intercettazioni telefoniche che hanno portato la procura ad emettere gli ordini di arresto.

Potrebbero interessarti anche...