Rende: ‘ndrangheta, perquisizioni di Dia e Carabinieri

I carabinieri di Cosenza e la Dia di Catanzaro hanno eseguito diverse perquisizioni a Rende, a seguito di indagini facenti parte dell’inchiesta “Terminator”, che riguarda le cosche di ‘ndrangheta del cosentino. Le perquisizioni sono state disposte dal sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Pierpaolo Bruni, e riguardano, in particolare, alcuni servizi affidati dal Comune di Rende ad imprese che vedono tra i soci, o lavoratori, familiari di alcuni esponenti delle cosche locali. Le indagini avrebbero accertato che nelle societa’ che si erano aggiudicate le gare d’appalto, nel 2010 e nel 2011, per la gestione delle mense scolastiche del Comune di Rende figurerebbero, come dipendenti, diverse persone legate da parentela ad esponenti di primo piano delle cosche Rua’ e Lanzino. E ci sarebbero indagini anche su una gara d’appalto per l’assegnazione di locali comunali ad un bar, gara che sarebbe stata aggiudicata a persone vicine alle cosche.

Potrebbero interessarti anche...