Rende: l’Unical aderisce al Carbon Footprint

Anche l’Università della Calabria, dopo altri noti atenei italiani, ha aderito al progetto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare denominato “Carbon Footprint”. L’accordo punta ad individuare, per poi ridurla, la quantità di gas serra generata dall’insieme delle diverse attività dell’università. Per tutto questo lavorerà un team di dieci ingegneri. Alla firma del protocollo ha partecipato l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale del comune di Cosenza, Martina Hauser, nell’ambito dell’accordo quadro siglato tra il Ministero dell’Ambiente, la Regione Calabria e il comune bruzio. Anche a Cosenza sono inizate una serie di “buone pratiche” che porteranno alla riduzione dell’emissione della CO2.

Potrebbero interessarti anche...