Rende: lettera di minacce ad Equitalia recapitata a due giornali


Una lettera con minacce al presidente di Equitalia Sud e’ stata trovata questa mattina nella buca delle lettere della sede centrale del quotidiano calabrese Calabria Ora, a Rende. Ma una identica è stata recapitata anche alla Gazzetta del Sud. Sui fogli presenti all’interno, l’intestazione del Nucleo Olga, Federazione Anarchica Informale Fronte Rivoluzionario Internazionale. Nella missiva si “avvisa che Equitalia Sud sara’ oggetto di attenzione nella persona del suo presidente, becero uomo d’affari e servitore del potere economico”. E si continua affermando che ”la Signora, ministro Cancellieri, ha detto che se si attacca Equitalia e’ come attaccare lo Stato, quindi attaccheremo lo Stato anche attraverso Equitalia fin quando lo Stato non cambiera’ marcia”. Si citano poi i suicidi che ci sono stati a causa della crisi, ognuno ritenuto “un omicidio di Stato”. Nella lettera di minacce contro Equitalia si fa anche riferimento al premier Mario Monti “Diciamo a Monti che lui e’ uno dei 7 rimasti e che il Popolo non ha nessun interesse a rimanere in Europa, a salvare le banche, a saldare i conti diu” (letterale, errore di scrittura) “uno Stato che ha sperperato per conto proprio”, e’ scritto nella lettera. Che chiude con “il Popolo ci ha dato mandato e sacrificheremo anche le nostre vite per la causa giusta”. In fondo, la frase, tutta in maiuscolo “LUNGA VITA ALLA COSPIRAZIONE DELLE CELLULE DI FUOCO LUNGA VITA ALLA FAI/FRI VIVA L’ANARCHIA!”. La lettera e’ stata sequestrata dalla Digos. Ma tra gli investigatori si sta facendo strada l’opinione che si tratti di un falso, visto che ci sarebbero nella missiva diversi elementi che hanno fatto sorgere dei dubbi sui veri mittenti.

Potrebbero interessarti anche...